INAUGURAZIONE

SABATO 6 LUGLIO 2019  -  h. 21.00

Chiesa parrocchiale S. Alessandro martire - BARZIO

Organo V. Mascioni costruito nel 1978 op. 1016 della Fam. organara Mascioni di Cuvio (Va)

INAUGURAZIONE 48^ EDIZIONE

CORO DELL'IMMACOLATA  BERGAMO

CORALE GIACOMO DAVID PRESEZZO

don UGO PATTI   DIRETTORE

FABIO NAVA  ORGANISTA


PROGRAMMA


Louis VIERNE (1870-1937)


da Pieces de fantaisie, suite n.4 op.55 n.3  organo solo
Cathédrales 


Messe Solennelle per coro e organo, op.16
Kyrie
Gloria


da 24 Pieces en style libre, op.31, livre II  organo solo
Carillon 
Arabesque


da Deuxieme Symphonie, op. 20  organo solo
Scherzo


Messe Solennelle per coro e organo, op.16
Sanctus
Benedictus
Agnus Dei


da 24 Pieces en style libre, op. 31, livre II  organo solo
Berceuse 


da Première Symphonie, op.14  organo solo
Finale




Louis Vierne (1870-1937)

Messe Solennelle op. 16

 

Kyrie: dopo la solenne introduzione dell’organo il coro inizia con un fugato magistrale l’invocazione Kyrie eleison che poi sfocia in accordi solenni. Momento lirico il Christe affidato ai tenori e poi ripreso da tutto il coro. Il secondo Kyrie dopo un crescendo cromatico riprende il tema in modo quasi marziale all’unisono contrappuntato da accordi dell’organo per concludere con forza a cinque voci l’invocazione.

 

Gloria: festoso, forte e solenne nella prima e nella terza parte che si richiamano nel materiale musicale in continuo dialogo tra coro e organi. La parte centrale meditativa, implorante, con melodie affidate prima ai soli bassi, poi ai tenori, poi ai soprani. Poi la supplica, con accordi modulanti per sfociare nell’unisono in cresecendo del qui sedes. L’amen a conclusione rapido ed efficace a pieno coro e organi.

 

Sanctus: un basso puntato dell’organo con accordi in contrattempo accompagna l’ingresso delle voci. All’unisono e in crescendo il pleni sunt caeli che poi sfocia in un festoso hosanna. Meditativo il benedictus prima proposto dalle voci femminili, poi da quelle virili. Un modulante hosanna in dialogo tra melodie degli organi e coro riconduce allo stesso hosanna della prima parte.

 

Agnus Dei: bellissima polifonia che si ripete per l’invocazione iniziale, la seconda volta un tono sotto dopo la struggente modulazione dell’organo che riprendo il canto del coro. Nel terzo agnus dei le voci entrano una dopo l’altra partendo dai bassi in un crescendo che sfocia nel pianissimo e dolcissimo dona nobis pacem in tonalità maggiore. Clima etereo che conclude con delicatezza la messa.

GLI ARTISTI